Colonna Vilasi, la signora dell’Intelligence cattura… l’Informazione!

Così varia e articolata la presenza di Antonella Colonna Vilasi sui media italiani che si riesce a fatica a stare dietro a tutte le sue ‘uscite’!

Anche perchè l’attività di saggista e di scrittrice ne pone in rilievo – come vedremo fra poco – la sua versatilità.

Il link qui di seguito conduce all’articolo pubblicato su Globusmagazine.it dal titolo “I nuovi libri di Antonella Colonna Vilasi”, enfatizzando così la produzione dell’Autrice http://www.globusmagazine.it/i-nuovi-libri-di-antonella-colonna-vilasi/#.UQV6lB0mYuk. La Testata offre al pubblico la doppia recensione di ‘Reportage dal Libano’ e ‘Ricette di spie’. In precedenza aveva informato i lettori della presenza dell’esperta alla fiera ‘Volta la carta. Libri e non solo’ de L’Aquila.

Del fascino “Di un eroe, reale e avventuriero”, parla il settimanale ‘Così’ che in ottobre dedica un quarto di pagina, con foto di Antonella Colonna Vilasi, per il volume ‘Un eroe italiano’ di cui tanto avete letto in questo blog.

La recensione centra intelligentemente lo spirito dell’opera e permette di conoscere un po’ di più della sua autrice. Alla domanda ‘qual è il suo rapporto con l’intreccio di genere’, la prof. Colonna VIlasi risponde che ‘Un personaggio come Luigi, benché reale e storico, si presta alla fiction. La sua vita è stato un caleidoscopio di ruoli: marinaio, ufficiale, combattente seduttore… e dopo la guerra Onorevole per ben quattro legislature e pure Sottosegretario di Stato. L’intreccio di genere nasce facilmente e l’affabulazione narrativa quasi spontaneamente. Alla domanda sugli eroi da bambina, Antonella Colonna Vilasi risponde numerandone diversi: ‘James Dean, Marilyn, Pink Floyd Bottega, Cassius Clay’.

Saggista molto attenta a ricercare gli intrecci del mondo contemporaneo, l’Autrice viene recensita – a firma di Angelo Pinti – sul numero di Novembre 2012 di ‘Panorama Difesa’ in merito a un ulteriore testo, “Islam tra pace e guerra”.

Come è scritto, “Il volume presenta una trattazione completa del terrorismo islamico, dalle sue matrici filosofico-teologiche alla sua prassi, compresa l’ideologia e pratica del “martire-assassino” che nacque in Iran a inizio Anni ’80 e si diffuse nei ’90 in Palestina”. L’accuratezza e la completezza del volume sono tali da ricomprendere una ‘cartografia’ delle numerose organizzazioni operanti nel mondo, l’analisi dell’evoluzione storica del fenomeno, dall’inizio del secolo scorso – con la fine del califfato – agli attentati degli ultimi anni.

“Decisamente consigliato” è il suggerimento di Pinti che termina la disamina del testo aggiungendo come, nella seconda parte del testo (‘L’Islam in Occidente’) Colonna Vilasi abbia dato spazio a un intervento “Di Khaled Gianluigi Biaggioli Gazzoli e intervistato Ahmed Eba. In apertura invece l’introduzione del giudice Rosario Priore e una prefazione del prof. Vittorfranco Pisano… Il saggio è ricco di informazioni, equilibrato ma non reticente, scritto in modo molto incisivo”.

Silvestro Riccobono firma invece un servizio interamente dedicato all’esperta di Intelligence che infatti su ‘For Magazine’ offre ai lettori due pagine intitolate ‘National security’ mettendo il risalto ‘Reportage dal Libano’.

Proprio in relazione alla capacità di rilevare gli intrecci del mondo contemporaneo, Riccobono chiede quali siano le qualità principali per poter svolgere un mestiere come quello di Vilasi Colonna. Ed ecco la risposta: “Innanzitutto la capacità di analisi e poi la capacità di riunire tutti i segnali raccolti, e cioè la sintesi. A esse si aggiunge  l’abilità nel cogliere le relazioni fra gli eventi”.

‘E qual è il primo in segmento che porge ai suoi studenti?’: “Ribadisco: la capacità di analisi e sintesi. Ma un elemento fondamentale è la curiosità, che vuol dire anche attenzione per i dettagli e studio dei particolari. Secondo il manuale dell’ex-KGB, un agente in servizio sul campo deve avere ‘grandi capacità di ascolto e di osservazione’. E’ questo ciò che auspico per i miei studenti”.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto